L’articolo

L’articolo è la parte variabile del discorso che si premette al nome per individuarlo ed inserirlo nel discorso.

Esso oltre a questo, svolge altre funzioni importanti:

-marca il genere e il numero del nome cui si accompagna;

-permette di stabilire se la persona o la cosa indicate dal nome siano da intendersi in senso preciso;

-premesso alle altri parti del discorso fa loro acquistare la funzione di nome.

La lingua italiana presenta tre tipi di articoli: gli articoli determinativi, gli articoli indeterminativi, gli articoli partitivi.

L’articolo determinativo si premette ad un nome per segnalare che indica una persona o una cosa ben precisa,distinta da tutte le altre. Esso si usa:

-per indicare qualcosa di ben noto,

-per indicare qualcosa di cui si è parlato in precedenza,

-con i nomi che indicano un’intera specie,classe o categoria,

-per indicare esseri o cose che sono unici.

L’articolo determinativo si accorda in genere e numero con il nome cui si riferisce e presenta forme diverse a seconda di come inizia la parola che lo segue.

In particolare:

-per il maschile singolare e plurale si usano:

-le forme il e i davanti a parole che cominciano per consonante(eccetto x,y,z e i gruppi di consonanti gn,pn,s+consonante),

-le forme lo e gli davanti a parole che cominciano :

-per vocale in questo caso lo si apostrofa, gli no,

-per h anche in questo caso lo si apostrofa,

-per s+ consonante,

-per x e y,

-per gn,

-per z,

-per pn e ps,

-per i+vocale

Per il femminile singolare e plurale rispettivamente le forme la e le davanti a tutte le parole. La forma la si apostrofa davanti a parole che cominciano per vocale, ma non davanti a i+vocale.La forma le rimane invariata.

L’articolo indeterminativo invece introduce il nome cui si riferisce lasciandolo sul piano generico e indeterminato. Esso si usa:

-per indicare una persona o una cosa che vengono nominate per la prima volta,

-per indicare una persona o una cosa qualsiasi fra tante,

-per indicare una persona o una cosa che chi parla non intende precisare,

-per indicare sia una intera specie sia un singolo elemento di quella specie. Esso ha soltanto il singolare, maschile e femminile, e presenta forme diverse a seconda di come inizia la parola che lo segue.

In particolare per il maschile singolare:

-la forma un davanti a parole inizianti con una vocale diversa o con consonante diversa da x,y,z e dai gruppi gn,pn,ps,s+consonante,

-la forma uno a parole inizianti per x,y,z e dai gruppi gn,pn,ps,s+consonante o per i+vocale,

Per il femminile singolare si usa:

-la forma una davanti a tutte le parole.

L’articolo indeterminativo non ha il plurale.

L’articolo parativo indica una parte imprecisata della cosa, persona o animale designata dal nome. Esso è formato dall’unione della preposizione di con l’articolo determinativo.

Singolare maschile del,dello,

Plurale maschile dei,degli,

Singolare femminile della,

Plurale femminile delle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *